Il programma «scuola in movimento»

Il programma “scuola in movimento” nelle Marche è indirizzato alle classi prime della scuola primaria per motivarle quante più possibile ad integrare l’attività fisica e il movimento nel proprio quotidiano scolastico. L’idea di base è semplice: “scuola in movimento” mette a disposizione idee di movimento facili da realizzare; le classi partecipanti si impegnano a svolgere almeno 20 minuti di movimento al giorno in aggiunta alle ore curriculari di educazione motoria. L’attività può essere eseguita durante la lezione, nelle pause, lungo il tragitto fra casa e scuola o anche sotto forma di compiti a casa. Ogni classe decide in modo autonomo in che modo svolgere in concreto i 20 minuti quotidiani di movimento.

  • Come aderire

    Per l’anno scolastico 2018/2019 la richiesta da parte dell’istituto scolastico, di adesione a “scuola in movimento”, avviene tramite il sito web www.scuolainmovimento.org, seguendo l’iter indicato nell’apposita sezione. Una volta ultimata l’adesione gli insegnanti delle classi interessate dovranno frequentare un percorso formativo e la scuola sarà dotata del kit di materiali per svolgere l’attività, l’accesso al portale per l’assistenza, il monitoraggio e l’aggiornamento.

  • Condizioni di partecipazione per le classi di scuola

    Al programma sono ammesse classi delle scuole primarie delle Marche, che hanno dato adesione al progetto della regione Marche denominato “Marche in movimento con lo sport di classe”.
    Ogni classe o scuola partecipante si impegna a fare ogni giorno almeno 20 minuti di movimento all’interno delle attività curriculari.
    Il movimento quotidiano si svolge al di fuori delle lezioni curriculari di educazione fisica e motoria.
    La classe svolge l’attività fisica quotidiana seguendo i suggerimenti delle schede predisposte e segnalando all’interno del portale le attività svolte e il loro andamento.

  • Pratici set di schede per ciascun modulo

    “Scuola in movimento” offre idee di movimento sotto forma di moduli composti da libretti con all’interno un set di schede con consegne motorie. A seconda del modulo scelto viene inoltre dato del materiale utile per fare attività (corda per saltelli, footbag, etc.) per tutta la classe. Le idee di movimento sono descritte in modo schematico, corredate da disegni e possono essere realizzate senza previa preparazione. I docenti scelgono fra i diversi moduli disponibili quelli che meglio soddisfano le loro esigenze.

image dis

Credits

Questo sussidio è stato adattato partendo dal testo “Ogni giorno più movimento a scuola” edito dall’Ufficio federale dello sport UFSPO.
Adattamento a cura del Centro Sportivo Italiano.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione e diffusione di ogni tipo, anche parziali, sono possibili solo previa autorizzazione dell’editore e con indicazione della fonte.

Perché il movimento fa bene ai bambini e ai giovani

Quali effetti positivi può avere una quantità sufficiente di movimento per i bambini, e in che modo essi dovrebbero muoversi? Di seguito riportiamo un articolo elaborato dalla sezione “movimento e salute” dell’Ufficio federale dello sport svizzero che offre delle risposte a queste domande.
Allo stato attuale delle conoscenze tutti concordano sul fatto che una quantità sufficiente di movimento è molto importante per lo sviluppo fisico, psicologico e sociale del bambino, anche se gli effetti positivi sulla salute di bambini e ragazzi non sono ancora provati con la stessa evidenza scientifica che si ha nel caso degli adulti. Da un lato infatti non sono ancora disponibili dati precisi ed affidabili sul comportamento motorio dei più giovani, dall’altro le carenze di movimento portano soprattutto a malattie croniche, che fanno sentire i propri effetti soprattutto in età adulta.
Acquisire dati scientifici su come si muovono le varie categorie di bambini e giovani e su quali fattori influiscono sul loro comportamento riguardo al movimento contribuisce a elaborare misure migliori e più efficaci per il futuro.

Contattaci